Valutiamo Casa Torino

Conformità degli impianti

IMPIANTI A NORMA

Chi ha intenzione di vendere o acquistare casa sicuramente dovrà affrontare il tema riguardante la certificazione di conformità degli impianti.

Gli impianti presenti all’interno di un appartamento sono a norma se conformi alle regole vigenti nel periodo in cui sono stati installati o rinnovati.

Quindi paradossalmente anche un impianto obsoleto potrebbe tranquillamente essere considerato a norma.

Fino al 25 giugno del 2008 non era possibile vendere un immobile sprovvisto di dichiarazione di conformità o di rispondenza degli impianti, a oggi la situazione è diametralmente opposta ovvero nella maggior parte dei casi non è necessaria alcun tipo di dichiarazione relativa agli impianti per andare al rogito notarile.

GLI IMPIANTI CHE POSSONO OTTENERE LA DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ

La certificazione di conformità impianti può essere prodotta per impianti elettrici, radiotelevisivi, elettronici, di riscaldamento, condizionamento, climatizzazione, ventilazione, idrico sanitari, distribuzione e utilizzo del gas, ascensori, montacarichi e impianti antincendio.

CHI SI OCCUPA DELLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ IMPIANTI?

La dichiarazione di conformità impianti può essere rilasciata direttamente dall’impresa installatrice.

Nel caso di smarrimento dell’attestato è possibile ottenere una dichiarazione di rispondenza effettuata anche da un tecnico diverso dal primo installatore.

Se l’impianto risale a prima del 1990 la dichiarazione di conformità non può essere prodotta dalla parte venditrice.

Se la data di realizzazione dell’impianto è compresa tra il 1990 e il 2008 il veditore potrà soltanto richiedere una dichiarazione di rispondenza.

Essa certificherà che l’impianto preso in esame rispettava le normative vigenti all’epoca dell’installazione.

La parte venditrice per un impianto realizzato dal 2008 a oggi in caso di smarrimento della certificazione, potrà richiedere soltanto una nuova dichiarazione di conformità.

QUANDO LA CONFORTMITÀ DEGLI IMPIANTI È OBBLIGATORIA?

La dichiarazione di conformità degli impianti è obbligatoria quando la vendita riguarda un immobile appena ristrutturato.

Le conformità degli impianti determina un prezzo di vendita maggiore dell’immobile rispetto a quelli completamente o parzialmente da ristrutturare presenti sul mercato.

Nel caso in cui l’acquirente in sede di proposta richieda le certificazioni degli impianti la parte venditrice sarà obbligata a produrle.

ROGITO SENZA LA CONFORTMITÀ DEGLI IMPIANTI

Come anticipato, attualmente la parte venditrice non è sempre obbligata a fornire le conformità degli impianti, è quindi possibile stipulare un rogito senza certificazioni.

Il notaio in sede di rogito si accerta dell’esistenza delle certificazioni e nel caso in cui non siano presenti lo inserisce all’interno dell’atto tutelando così la parte venditrice.

In questo modo la parte acquirente successivamente all’atto di compravendita non potrà richiedere una riduzione sul prezzo convenuto motivata dal fatto di dover adeguare gli impianti alle normative vigenti.

VENDERE O AFFITTARE CASA A TORINO SENZA SPESE

Vuoi vendere casa a Torino a zero commissioni?

Scopri i nostri servizi per vendere e affittare casa a zero commissioni!

Richiedi subito una valutazione gratuita del tuo immobile!

Se sei in possesso di un immobile a Torino e stai pensando di metterlo a reddito contattaci, insieme valuteremo la tipologia di contratto più sicura e redditizia per te, inoltre ti metteremo in contatto soltanto con inquilini referenziati senza spese d’agenzia.

Prova il nostro valutatore automatico: è gratuito e non ti verrà richiesto alcun dato!

Ricordati però che solo un agente immobiliare può fornirti una valutazione su misura.

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com