Valutiamo Casa Torino

L’ipoteca

Ipoteca è un termine che sentiamo nominare molto spesso.

Di seguito troverai tutto ciò che ti serve per comprendere più a fondo il significato di questa parola che alcune volte può destare qualche preoccupazione.

CHE COS’È L’IPOTECA

L’ipoteca è una forma di garanzia che serve a tutelare un credito, può riguardare sia beni immobili che mobili registrati.

Ovviamente nella maggior parte dei casi i beni coinvolti sono immobili.

L’aspetto positivo di questo diritto di garanzia è che esso non prevede la perdita del possesso del bene.

Il proprietario di un bene ipotecato può utilizzarlo senza limitazioni particolari: per esempio un appartamento può essere messo in affitto e la proprietà potrà incassare i canoni di locazione.

IL CREDITORE E L’IPOTECA

Il creditore che vanta un diritto ipotecario nel caso di inadempimento da parte del debitore in presenza di altri creditori ha il diritto di prelazione su tutti gli altri.

Quindi nel caso in cui il debitore risulti insolvente il creditore potrebbe entrare in possesso dell’immobile o obbligare il debitore, nel caso in cui quest’ultimo non abbia altre risorse, alla messa in vendita del bene per liquidare il debito.

In questo caso il debitore è tutelato dalla legge che stabilisce tempi e i modi in cui devono avvenire queste azioni.

L’IPOTECA  VOLONTARIA E’ UN CONTRATTO

L’ipoteca volontaria altro non è che un contratto tra creditore e debitore che per essere valido deve essere iscritto presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari del proprio territorio.

L’atto, che deve essere redatto da un notaio o da un avvocato con validazione di un giudice, una volta depositato in Conservatoria diventa pubblico e quindi opponibile verso terzi. 

L’ipoteca volontaria è quella che viene iscritta più di frequente quando si parla di immobili perchè necessaria per ottenere un mutuo fondiario da parte di un istituto di credito.

DURATA DELL’IPOTECA

La durata massima di un’ipoteca è 20 anni: nel caso in cui il rapporto tra creditore e debitore non sia cessato prima della naturale scadenza sarà il creditore a doverla rinnovare.

Quando il debitore estingue il proprio debito, il creditore deve emettere un documento che permette al debitore di occuparsi della cancellazione del contratto presso i pubblici registri.

Quando il creditore è una banca la cancellazione dell’ipoteca sarà a suo carico.

TIPI DI IPOTECA

L’ipoteca giudiziale è quella che viene stabilita da un giudice per permettere di recuperare forzosamente il proprio credito al creditore che non venendo soddisfatto ha dovuto adire alle vie legali.

L’ipoteca legale invece è quella prevista dalla legge per tutelare determinati tipi di creditori: il venditore di un immobile a garanzia della validità del titolo utilizzato dall’acquirente per concludere la compravendita, il coerede o socio o altro condividente a garanzia del pagamento delle quote dovute nel caso di vendita dei beni sui quali essi vantano dei diritti e lo Stato sui beni del condannato a garanzia del pagamento delle spese di giustizia.

PIU’ IPOTECHE SULLO STESSO BENE

Su di un bene possono gravare anche più ipoteche.

Per questo motivo spesso si sente parlare di ipoteca di primo o di secondo grado.

Il grado dell’ipoteca serve per determinare l’ordine di precedenza tra i diversi creditori in base alla data d’iscrizione dell’ipoteca.

Quindi l’ipoteca di primo grado, quella che ha la precedenza su tutte le altre, è la prima posta sull’immobile.

Questo significa che soltanto il primo creditore sarà soddisfatto pienamente.

LA VISURA IPOTECARIA

Per conoscere la presenza di ipoteche su di un immobile è necessario effettuare un controllo detto: visura ipotecaria.

Essa può essere richiesta a un notaio, direttamente all’agenzia delle entrate o utilizzando vari servizi presenti sul web. 

COSA SUCCEDE QUANDO L’IMMOBILE RISULTA IPOTECATO?

Nel caso in cui l’immobile di tuo interesse risulti ipotecato non ti preoccupare.

Infatti, nella maggior parte delle compravendite contestualmente all’atto notarile l’acquirente estingue il vecchio mutuo presente sull’immobile e di conseguenza l’ipoteca di primo grado viene cancellata.

Questo avviene semplicemente presentandosi all’atto con due assegni circolari.

L’acquirente intesterà un assegno alla banca che aveva concesso il mutuo ai precedenti proprietari dell’importo esatto per l’estinzione totale del debito e il secondo, intestato alla parte venditrice, sarà della cifra necessaria al saldo del prezzo pattuito.

Il meccanismo è il medesimo anche nel caso in cui siano presenti più ipoteche.

In presenza di uno o più creditori che siano diversi rispetto a un istituto di credito è bene avvalersi del deposito prezzo presso il notaio.

AFFITTARE O VENDERE CASA A TORINO SENZA SPESE

Vuoi vendere casa a Torino a zero commissioni?

Scopri i nostri servizi per vendere e affittare casa a zero commissioni!

Richiedi subito una valutazione gratuita del tuo immobile!

Se sei in possesso di un immobile a Torino e stai pensando di metterlo a reddito contattaci, insieme valuteremo la tipologia di contratto più sicura e redditizia per te, inoltre ti metteremo in contatto soltanto con inquilini referenziati senza spese d’agenzia.

Prova il nostro valutatore automatico: è gratuito, immediato e non ti verrà richiesto alcun dato!

Scopri velocemente il valore del tuo immobile a Torino.

Ricorda che per avere una valutazione corretta è necessario affidarsi a un bravo agente immobiliare!

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com