Valutiamo Casa Torino

Registrare un affitto

Se sei proprietario di un immobile che vuoi mettere a reddito ti interesserà sapere come registrare un contratto di affitto.

DOVE REGISTRARE UN CONTRATTO DI AFFITTO

Una volta raggiunto l’accordo con l’inquilino non ti resterà che registrare il contratto di affitto.

Il contratto di affitto se ha una durata superiore ai 30 giorni deve obbligatoriamente essere registrato presso l’Agenzia delle entrate.

La modalità più comoda è sicuramente quella telematica che può avvenire tramite due modalità:

  • Utilizzare il servizio Entratel
  • Servirsi del servizio Fisconline accessibile utilizzando lo spid o la carta digitale elettronica

In alternativa è possibile recarsi presso un Caf o direttamente presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate.

Nel caso in cui si sia possessori di almeno 10 immobili vige l’obbligo di registrazione telematica.

REGISTRARE UN CONTRATTO D’AFFITTO PRESSO L’AGENZIA DELLE ENTRATE: DOCUMENTI NECESSARI

  • Due originali del contratto o in alternativa 1 originale e 1 copia di cui l’ufficio ne attesterà la conformità all’originale
  • Modello RLI compilato
  • Contrassegni telematici per il pagamento dell’imposta di bollo (ex marca da bollo), con data di emissione non successiva alla data di stipula, da applicare su ogni copia del contratto da registrare. L’importo dei contrassegni deve essere di 16 euro ogni 4 facciate scritte e, comunque, ogni 100 righe
  • la ricevuta di pagamento dell’imposta di registro effettuata con Modello F24 Elementi identificativi. I contribuenti che hanno optato per la cedolare secca (regime sostitutivo) non devono versare l’imposta di registro ma sono tenuti al pagamento dell’imposta sostitutiva (acconto e saldo) da versare entro gli stessi termini previsti per l’Irpef.

In alternativa, le imposte di bollo e di registro possono essere versate richiedendo l’addebito sul proprio c/c utilizzando il modello richiesta di addebito su conto corrente bancario.

IL MODELLO RLI

Il modello RLI è un modulo grazie al quale è possibile registrare un contratto di affitto.

Al suo interno vanno inseriti i dati anagrafici dei contraenti, la tipologia di contratto di locazione scelta, durata della locazione, importo del canone e dati dell’immobile.

QUANTO COSTA REGISTRARE UN CONTRATTO DI AFFITTO?

Nel caso in cui per il contratto di affitto la proprietà abbia scelto la formula della cedolare secca non ci saranno costi di registrazione.

Per tutti gli altri casi l’imposta di registro è pari al 2% del canone annuo versato dall’inquilino.

AFFITTARE O VENDERE CASA A TORINO SENZA SPESE

Vuoi vendere casa a Torino a zero commissioni?

Scopri i nostri servizi per vendere e affittare casa a zero commissioni!

Richiedi subito una valutazione gratuita del tuo immobile!

Se sei in possesso di un immobile a Torino e stai pensando di metterlo a reddito contattaci, insieme valuteremo la tipologia di contratto più sicura e redditizia per te, inoltre ti metteremo in contatto soltanto con inquilini referenziati senza spese d’agenzia.

Prova il nostro valutatore automatico: è gratuito, immediato e non ti verrà richiesto alcun dato!

Scopri velocemente il valore del tuo immobile a Torino.

Ricorda che per avere una valutazione corretta è necessario affidarsi a un bravo agente immobiliare!

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com