Valutiamo Casa Torino

Se una parte non rispetta il preliminare

IL PRELIMINARE IN BREVE

Il preliminare di compravendita è il contratto con cui acquirente e venditore promettono l’un l’altro di portare a conclusione una compravendita immobiliare secondo i termini in esso stabiliti.

Di solito le parti riescono senza intoppi a ritrovarsi davanti al notaio e sancire definitivamente il passaggio di proprietà dell’immobile oggetto della compravendita.

Cosa succede quando una delle parti non rispetta il preliminare?

CONCLUSIONE DEL CONTRATTO

Quando una delle parti non rispetta il preliminare, quella che vuole la conclusione del contratto può intentare un’azione legale nei confronti della parte inadempiente.

L’intervento del giudice potrebbe obbligare la parte inadempiente a portare a termine il contratto stipulato.

RISOLUZIONE

La risoluzione del contratto può avvenire quando le due parti sono d’accordo oppure nel caso in cui una delle due parti non sia più in grado di adempiere alle obbligazioni assunte.

In quest’ultima circostanza la risoluzione avviene tramite una sentenza del giudice.

IL RUOLO DELLA CAPARRA CONFIRMATORIA QUANDO UNA DELLE PARTI NON RISPETTA IL PRELIMINARE

I casi sopracitati mettono sotto forte pressione le parti sia per i costi da sostenere per raggiungere la soddisfazione del contratto che per i tempi di riuscita.

Quest’ultimi possono essere più o meno lunghi a seconda di variabili esterne non preventivabili.

Quindi a tutela delle parti e per facilitare la conclusione del contratto, all’interno del preliminare viene inserita una caparra confirmatoria.

La sua presenza dà la possibilità alla parte insoddisfatta di non dover per forza ricorrere ad un’azione legale per ottenere il risarcimento del danno subito.

MECCANISIMI DELLA CAPARRA CONFIRMATORIA

Quando è l’acquirente a non voler concludere l’affare il promissario venditore ha il diritto di trattenere la caparra.

Nel caso in cui sia il venditore a ripensarci quest’ultimo deve restituire all’acquirente il doppio della caparra versata a titolo di risarcimento del danno subito. 

ESEMPIO PRATICO DI UNA DELLE PARTI CHE NON RISPETTA IL PRELIMINARE

Si veda il caso in cui l’acquirente abbia versato una caparra di 20.000 Euro alla parte venditrice.

Se la mancata conclusione del contratto dipende della parte venditrice quest’ultima deve versare 40.000 Euro agli acquirenti:

  • 20.000 Euro sono una semplice restituzione del capitale incassato.
  • 20.000 Euro a risarcimento del danno subito. 

Possono sembrare somme altisonanti ma bisogna considerare che solitamente l’acquirente si è a sua volta impegnato per la vendita del proprio immobile o per la liberazione di un appartamento in affitto.

Di fatto la mancata conclusione del contratto porrà l’acquirente nella scomoda condizione di dover trovare una nuova sistemazione in brevissimo tempo.

Dall’esempio di cui sopra si può evincere l’importanza della somma che viene versata a titolo di caparra confirmatoria: maggiore è la quantità di denaro incassata dalla parte venditrice e maggiori sono le tutele per entrambe le parti.

VENDERE O AFFITTARE CASA A TORINO SENZA SPESE

Vuoi vendere casa a Torino a zero commissioni?

Scopri i nostri servizi per vendere e affittare casa a zero commissioni!

Richiedi subito una precisa valutazione gratuita del tuo immobile!

Se sei in possesso di un immobile a Torino e stai pensando di metterlo a reddito contattaci, insieme valuteremo la tipologia di contratto più sicura e redditizia per te, inoltre ti metteremo in contatto soltanto con inquilini referenziati senza spese d’agenzia.

Prova il nostro valutatore automatico: è gratuito e non ti verrà richiesto alcun dato!

Ricordati però che solo un agente immobiliare può fornirti una valutazione su misura.

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com